23 MAGGIO 2012 – Manifestazione a Roma



Roma 17 maggio 2012

Carissime e carissimi,

il 23 maggio dalle ore 10 di mattina, in piazza Monte Citorio a Roma terremo la manifestazione unitaria Fand e Fish contro il tentativo di legare al reddito l’erogazione dell’indennità di accompagnamento, contro un ipotesi di Isee peggiorativa e per la totale assenza di impegni verso le politiche sociali e i livelli essenziali.

L’accelerazione e’ dovuta al precipitare degli eventi. Il confronto sull’attuazione dell’art 5 ha riaperto e, in taluni casi, moltiplicato le preoccupazioni: non abbiamo avuto alcuna rassicurazione sull’indennità dopo l’articolo su Repubblica, in palese contraddizione con quanto affermato fino a poco tempo fa. E’ proprio questo cambio di passo ci preoccupa enormemente. Non abbiamo nessun documento che lo comprova, ma sia la Cisl che la Cgil confermano che l’impressione e’ più che fondata.

Non possiamo rischiare di vederlo scritto poiché la mediazione politica con un governo tecnico che opera nell’emergenza economica internazionale, e’ scarsa se non inesistente. Dobbiamo fargli rimangiare ogni ipotesi di massacro delle persone con disabilita’ e dobbiamo farlo subito.

Così abbiamo accettato l’ipotesi del 23 maggio: una settimana dopo potremmo trovarcelo già scritto, da emendare ma non da sopprimere, una riduzione del danno, non una vera difesa dell’unico diritto assistenziale esigibile.

Senza una difesa in trincea dell’indennità’, anche le mediazioni su Isee e altri campi di applicazione non saranno altro che il tentativo di ridurre il danno.

Ben sappiamo dell’esiguità del tempo a disposizione.

Sappiamo tutti pero’ dell’importanza della questione. Si tratta di capire se torniamo agli anni ’50 o se rimaniamo nella contemporaneità.

Le famiglie, non potendo più permettersi di sostenere senza indennità di accompagnamento la compartecipazione  ai costi dei servizi abilitativi, sarebbero costrette a farsi interamente carico dell’assistenza ai figli, che perderebbero l’ accesso ad ogni opportunità di sviluppo e di crescita in età adulta e ogni prospettiva di una vita dignitosa dopo il venir meno dell’aiuto della famiglia.

Pertanto chiedo a tutti la massima partecipazione e mobilitazione.

La segreteria, l’ufficio stampa e lo staff della Fish sono già attivi. Per maggiori informazioni, consultate il sito della FISH http://www.fishonlus.it

Attendiamo risposte celeri

Il Presidente FISH

Pietro Vittorio Barbieri

Lascia un commento