18 Settembre 2020

Progetti

  • Rivolti ai ragazzi:
    autonomia in piscina, educativa domiciliare, mani in pasta, spaziogioco, scatto oltre, mattiniamoci, filmania, uscite giornaliere, uscite di un weekend.
    Altre iniziative organizzate collaborando con altre associazioni, quali: tutti insieme per un goal, lavori in corso e trasformisti.
  • Rivolti alle famiglie:
    è presente uno sportello continuo e gratuito con la nostra psicologa. Lo sportello si configura come occasione di orientamento e supporto per la famiglia.
_____________________________________________________________________

Autonomia in piscina

Il progetto si pone obiettivi nell'area delle capacità natatorie, quella della relazione e quella delle autonomie personali (spogliatoi: spogliarsi, lavarsi, vestirsi, andare al bagno). In questa cornice l'acqua si configura anche come rinforzo delle attività svolte negli spogliatoi.

Mani in pasta

Il laboratorio di cucina ha l’obiettivo di aiutare i ragazzi nello sviluppo di abilità sociali e competenze nel campo delle autonomie.
Con la speranza di poter sfruttare le abilità apprese anche in campo lavorativo per facilitare un eventuale inserimento nell’ambito della ristorazione. Questo progetto è seguito da Valerio Chiesa.

Scatto oltre

La fotografia è un modo per esprimere sé stessi. Il progetto volge la sua finalità nel valorizzare la soggettività di ogni ragazzo, la sua vena artistica, come linguaggio di espressione, tenendo conto anche l'insegnamento delle tecniche fotografiche di base.

Filmania

Prevede la visione di cartoni animati e propone attività riguardanti l’identificazione dei personaggi e delle loro emozioni e la ricostruzione cronologica delle scene del film. Si cerca inoltre di creare un contesto di relazione e confronto per permettere ad ogni bambino di esprimere sé stesso.

Uscite weekend

Sono uscite di 3 giorni, riservate ai ragazzi più grandi. Lo scopo del progetto è favorire la cooperazione e relazione tra i ragazzi e con gli educatori, lavorando anche sulle autonomie e sulla programmazione (gestione dei pasti, delle uscite, dei mezzi pubblici etc).

Educativa domiciliare

E' un progetto rivolto a persone con
autismo di diverse fasce d’età, che ha l’obiettivo di assistere ciascun partecipante nel superamento delle proprie difficoltà di comunicazione, interazione sociale e apprendimento, attraverso percorsi diversificati.

Spaziogioco

Rivolto ai bambini più piccoli, dai 3 ai 10 anni. Offre uno spazio di incontro e condivisione con l’obiettivo di lavorare sulle relazioni tra coetanei e operatori mediante una terapia ludica che parte dagli interessi e dai bisogni del bambino.



Mattiniamoci

Si pone l’obiettivo di consolidare e acquisire abilità relative all’autonomia domestica al fine di promuovere una migliore qualità di
vita dei partecipanti.
Questo progetto è rivolto ai ragazzi che da poco hanno finito le scuole superiori.

Uscite giornaliere

Sono uscite dalla mattina alla sera, per i ragazzi medio-grandi. Le nostre ultime uscite sono state a Firenze, Acquario di Genova e Lucca (foto). L'obiettivo di queste giornate è di lavorare sulle autonomie e di favorire interazione e cooperazione tra i ragazzi e con gli operatori.
_____________________________________________________________________

Tutti insieme per un goal

Lavori in corso

Un progetto che fornisce la possibilità a 6 ragazzi che hanno finito la scuola (2 della nostra associazione) di investire del tempo imparando: un mestiere, ad essere sempre più autonomi e a collaborare con i colleghi, con la speranza che questo, col tempo, possa trasformarsi in un vero e proprio lavoro. Ha una durata annuale da novembre 2019 a novembre 2020. Si concentra su attività quali: gestione di un bed&breakfast (sistemazione sala colazioni, camere e letti), gestione della sala per le cene della pizzeria (sistemare i tavoli in base alle ordinazioni, apparecchiare) e preparare l'impasto della pizza insieme al pizzaiolo! Grazie ai bambini delle fate che ci permette, attraverso l’aiuto delle aziende del nostro territorio, di reperire fondi per poter avviare questi percorsi che si trasformano in opportunità per i nostri ragazzi.
Progetto realizzato in collaborazione con la Cooperativa Parco del Mulino.

Trasformisti

_____________________________________________________________________

Sportello continuo gratuito per le famiglie

Lo sportello che realizziamo per le famiglie iscritte alla nostra Associazione è gratuito e presente, in maniera continuativa, da ottobre a maggio. Si configura come uno spazio di accoglienza per dubbi, domande, perplessità delle famiglie in merito al disturbo dello spettro autistico, a situazioni specifiche, alle relazioni con la scuola o qualsiasi cosa per loro possa essere necessaria approfondire. Vuole anche essere luogo di supporto e sostegno per il genitore stesso, che talvolta tende a mettere in secondo piano la propria salute mentale, trascurando l'importanza di tale aspetto sia per sè stessi che per il proprio figlio.
Per prenotare un appuntamento potete contattare la nostra psicologa Dott.ssa Valentina Riso (333 9295623) - ulteriori informazioni nella scheda "contatti".
_____________________________________________________________________

Ti presento mio figlio





L’idea “pilota” nasce nel 2010 dall’esigenza di tradurre, in un modello condiviso, le iniziative di molti genitori che tentano instancabilmente di aiutare i compagni di classe e le maestre a comprendere e ad aiutare il proprio bambino con autismo. Avere un compagno di classe con difficoltà di comunicazione e di relazione rappresenta un’esperienza emotivamente intensa. Come mai egli non comunica come tutti gli altri e non cerca gli altri per giocare? Perchè fa cose “strane” o si impegna in giochi incomprensibili? Perchè spesso ha reazioni emotive che cambiano repentinamente senza apparente motivo? Spesso i compagni di classe vivono la frustrazione di non sapere come coinvolgerlo, come stare in sua compagnia, come chiedergli le cose. Anche il bambino con autismo ha le stesse difficoltà.
L’obiettivo generale del progetto è quello di facilitare un reale processo di integrazione reciproca all’interno della classe, aiutando i bambini, i loro genitori e le maestre, a comprendere i limiti, le risorse ed il funzionamento così “particolare” del bambino con autismo, trovare modalità sempre diverse per stare insieme e vivere più serenamente l’incontro con le reciproche diversità. Sono stati utilizzati parole, immagini e video.


Realizzazione siti web www.sitoper.it