05 Dicembre 2022

Fondazione Livorno, percorsi estivi per bambini e ragazzi con disabilità

13-06-2022 18:24 - News Generiche
Fondazione Livorno destina 65mila euro a tre associazioni (Autismo Livorno, Italiana Persone Down e Volare senz’ali) per permettere a bambini e ragazzi con disabilità di svolgere attività estive gratuite nell'ambito di “Tutti insieme per un goal” e “Tra mare e sport”. La vicepresidente di Fondazione, Cinzia Pagni: "Ancora una volta ha prevalso la voglia di fare rete"

Anche quest’anno 61 tra bambini e ragazzi con disabilità (tra i 4 e i 28 anni) avranno l’opportunità di usufruire gratuitamente delle attività ricreative, di socializzazione e di svago ideate per i mesi estivi, nel periodo di chiusura scolastica. Un traguardo raggiunto grazie ai 65mila euro stanziati da Fondazione Livorno e messi a disposizione del Comune di Livorno e di tre associazioni (Autismo Livorno, Italiana Persone Down e Volare senz’ali) per un nobile scopo. “Il percorso è complesso e a misura di persona – spiega la vicepresidente di Fondazione Livorno Cinzia Pagni – Abbiamo scelto di investire nuovamente su un’alleanza sempre più forte, dove al centro ci sono le esigenze delle persone, l’emozione, la passione e la vita. Noi abbiamo messo i fondi, tanti altri hanno messo la voglia di fare rete”. Due le proposte progettuali ideate: “Tutti insieme per un goal: perché volontariato è fare rete con il cuore” (4-19 anni) e “Tra mare e sport” (20-28 anni). “Nella vita di ogni bambino e di ogni ragazzo ci sono tre pilastri – dice il delegato provinciale del Coni Giovanni Giannone – La famiglia, la scuola e lo sport. Quest’ultimo ha un valore trasversale perchè oltre a contribuire al benessere fisico è determinante per la socializzazione e l’integrazione, soprattutto delle persone con disabilità. Come Coni ci stiamo impegnando per fornire risposte concrete e consentire a tutti di fare sport”. Impegnati nelle iniziative anche gli studenti del Liceo Cecioni e dell’Istituto Vespucci-Colombo, che parteciperanno in qualità di tutor volontari. Accanto a loro l’Associazione Sport Insieme Livorno, InAssociazione e Cives. “I più piccoli svolgeranno le attività in sede – precisa Sandra Biasci, presidente di Associazione Autismo – Dove abbiamo progettato giochi d’acqua, in piscina e moltissime altre cose tutte incentrate sull’incentivare la relazione e la comunicazione, aspetti carenti in questi bambini. I ragazzi più grandi saranno invece suddivisi in piccoli gruppi. Abbiamo raccolto le loro esigenze, che sono quelle di un aperitivo o di una giornata in spiaggia con sup o tavola, e cercato di metterle in pratica. Le proposte sono comunque tutte legate al mare e allo sport, ma rispettando le loro necessità, chiediamo sempre che cosa vogliono fare”. Presenti alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa anche Mariam Majidi, consigliera associazione Aipd, Francesca Silvestri, Associazione Volare senz’ali, Fabrizio Torsi, presidente di InAssociazione, Cristina Grieco, dirigente scolastico Liceo Cecioni e Maria Caterina Cassetti, vicepresidente Istituto Vespucci-Colombo.


Fonte: QuiLivorno.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie